Anche quest'ultima seduta della settimana si è chiusa con il segno più èer Anima Holding che è salito per la terza giornata di fila.

Il titolo, dopo aver guadagnato ieri quasi il 2%, è riuscito a muoversi in controtendenza rispetto al Ftse italia Mid Cap, fermandosi 4,83 euro, con un frazionale rialzo dello 0,21% e poco meno di 3,9 milioni di azioni, quasi il triplo della media degli ultimi 30 giorni.

In sole tre sedute Anima Holding ha messo a segno un rialzo di oltre l'8% e anche oggi ha continuato a trovare sostegno nei buoni dati diffusi ieri relativamente agli ultimi tre mesi e all'intero 2019.

Gli analisti di Equita SIM parlano di una trimestrale solida e sopra le attese, con un dividendo più alto.
Sulla scia dei conti gli analisti hanno migliorato le stime sull'eps adjusted di quest'anno alzandole del 2%.

La SIM milanese mantiene una view positiva su Anima Holding, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo alzato da 5,1 a 5,3 euro.

A rivedere la valutazione del titolo sono stati anche i colleghi di Kepler Cheuvreux che lo hanno incrementato da 5,5 a 5,8 euro, con un rating fermo a "buy".

Anche in questo caso il broker ha alzato le stime sull'eps 2020 del 4%, sulla scia della trimestrale migliore delle attese, segnalando che il newsflow sulla raccolta dovrebbe essere di supporto per il titolo.