Anima Holding (+4,08%) conserva intatta la struttura rialzista di breve termine, reagendo ancora una volta al test della linea che sale dai minimi di marzo a 3,75 circa. Per riattivare la corsa degli ultimi mesi i prezzi dovranno comunque superare il picco di giugno a 4,43 circa e avviare la ricopertura del gap lasciato aperto il 24 febbraio a 4,91 euro. Sotto area 3,75 il movimento perderebbe slancio anticipando cali verso area 3,50.

(CC - www.ftaonline.com)