Sottotono *Ansaldo STS *nel pomeriggio: l'azione della società controllata da Hitachi segna un ribasso dello 0,64% e si riporta a 12,50 euro. Il gruppo ieri aveva tentato una reazione ai recenti cali fino a 12,82 euro sulla scorta del nuovo contratto per la metropolitana di *Riyadh *che prevede, per la sola compagnia un valore da 1 miliardi di dollari su 2,9 miliardi di dollari complessivi del contratto (durata 12 anni). L'azione però, durante la stessa seduta ha ceduto alle vendite che oggi ritornano e riportano i corsi di fine luglio.

Nel frattempo va segnalato che secondo Dealreporter il fondo Amber *avrebbe già venduto il 2% del capitale del gruppo italiano. La compagine azionaria a oggi pare divisa tra il socio di controllo *Hitachi (50,7% del capitale da tabelle Consob) e il fondo Elliott, cui fa riferimento ormai un corposo 30,81 per cento.
Già a metà giugno *UBS *era scesa dal 5,22 allo 0,218 e ora sembra che inevitabilmente prosegua il confronto tra Elliott, spesso critico nei confronti di Hitachi e principale oppositore al delisting che invece i giapponesi volevano.
Di recente i toni del fondo di Singer sembrano essere diventati più concilianti su questo dossier, ma un'intesa non sembra ancora vicina, anche se soltanto lo scorso 21 maggio Hitachi si diceva pronta a comprare le quote di Elliott (ma a un prezzo equo).

(GD - www.ftaonline.com)