In data odierna, Hitachi, Ltd. ("Hitachi") e Hitachi Rail Italy Investments S.r.l. ("HRII"), da un lato, e Elliott Management Corporation, Elliott International, L.P., Elliott Associates, L.P. e The Liverpool Limited Partnership (collettivamente, "Elliott"), dall'altro, hanno raggiunto un accordo per l'acquisto (l'"Accordo") da parte di HRII, società interamente e indirettamente controllata da Hitachi, dell'intera partecipazione detenuta da Elliott International, L.P., Elliott Associates, L.P. e The Liverpool Limited Partnership in Ansaldo STS S.p.A. (incluse le azioni sottostanti strumenti derivati), pari a circa il 31,794% del capitale sociale di Ansaldo STS S.p.A. ("Ansaldo"), società con azioni quotate nel segmento STAR del mercato Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana S.p.A., e soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Hitachi. L'Accordo ha ad oggetto n. 63.588.837 azioni ordinarie di Ansaldo, aventi ciascuna valore nominale di Euro 0,50. Il prezzo di acquisto delle azioni di Ansaldo è pari a 12,70 Euro per azione, per un controvalore complessivo di 807.578.229,90 per l'intera partecipazione venduta. L'Accordo non è soggetto a condizioni. E' previsto che il trasferimento ed il pagamento delle azioni di Ansaldo avvenga entro quattro giorni di mercato aperto dalla sottoscrizione dell'Accordo e pertanto il 2 novembre 2018. HRII è già socio di maggioranza di Ansaldo, essendo in possesso di una partecipazione pari al 50,772% del capitale sociale di Ansaldo ed in conseguenza al perfezionamento dell'Accordo verrà a detenere una partecipazione complessiva in Ansaldo pari a n. 165.133.539 azioni ordinarie di Ansaldo, ossia l'82,567% del capitale sociale di Ansaldo. L'Accordo prevede altresì che qualora HRII, o un'altra società del gruppo Hitachi, acquisti azioni ordinarie di Ansaldo ad un prezzo per azione superiore al prezzo pagato ai sensi dell'Accordo (i) entro dieci (10) mesi dalla sottoscrizione dell'Accordo stesso; o, se successivo (ii) entro sei (6) mesi dal pagamento del prezzo in relazione all'Offerta (come sotto descritta) ovvero del prezzo per l'eventuale procedura di sell-out ai sensi dell'articolo 108, comma 2, del Decreto Legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998, come successivamente modificato ed integrato (il "TUF") (purché l'Offerta o la procedura siano promosse da HRII entro quattro (4) mesi dalla sottoscrizione dell'Accordo), HRII dovrà pagare ad Elliott un ammontare pari alla differenza tra tale prezzo più alto ed il prezzo pagato ai sensi dell'Accordo. L'Accordo prevede la reciproca transazione dei procedimenti giudiziari pendenti tra le parti e le dimissioni, con efficacia dal 2 novembre 2018, dei tre amministratori di Ansaldo tratti dalla lista presentata da Elliott e nominati in occasione dell'assemblea degli azionisti di Ansaldo tenutasi in data 13 maggio 2016, nonché la rinuncia degli ulteriori candidati presenti nella predetta lista di Elliott ad essere nominati in sostituzione degli amministratori dimissionari. L'Accordo prevede un impegno in capo ad Elliott a non acquistare (i) azioni di Ansaldo o altri strumenti finanziari collegati alle azioni di Ansaldo per un periodo di ventiquattro (24) mesi dal perfezionamento del trasferimento delle azioni di Ansaldo ai sensi dell'Accordo; e (ii) azioni o altri strumenti finanziari collegati alle azioni di altre società quotate appartenenti al gruppo Hitachi per un periodo di diciotto (18) mesi dal perfezionamento del trasferimento delle azioni di Ansaldo ai sensi dell'Accordo. Infine, l'Accordo include alcune dichiarazioni e garanzie (e relativi obblighi di indennizzo) standard per questo tipo di operazioni.