Il Consiglio di Amministrazione di Askoll EVA S.p.A. ("Askoll EVA"), realtà che opera nel mercato della mobilità sostenibile sviluppando, producendo e commercializzando e-scooter ed e-bike, nonché kit e componenti nell'area dei motori elettrici e delle batterie, riunitosi in data odierna sotto la presidenza di Elio Marioni, ha approvato la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2020.

Ricavi netti al 30 giugno 2020 a 2,3 milioni di Euro, vs. 5,9 milioni di Euro al 30 giugno 2019, per effetto del calo della domanda causato dalla pandemia Covid-19 (lockdown e smart working) e dei ritardi nell'implementazione degli incentivi alla mobilità
- Margine Operativo Lordo (EBITDA) negativo per 2,6 milioni di Euro, ma in miglioramento rispetto a 3,3 milioni di Euro del primo semestre 2019, grazie alla riduzione dei costi operativi
- Risultato Operativo (EBIT) negativo per 4,8 milioni di Euro rispetto a 5,6 milioni di Euro del primo semestre 2019
- Posizione Finanziaria Netta a -13,6 milioni di Euro vs. -10,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2019
- Alla data del 30 giugno 2020 l'emissione complessiva del prestito obbligazionario a favore di Negma è stata di 1 milione di Euro di cui 750 migliaia di Euro convertite in capitale sociale
- Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di convocare l'assemblea degli azionisti per adottare i provvedimenti di cui all'art. 2446 del Codice Civile Nuovo importante ordine da Cooltra, operatore leader in Europa nel mercato sharing:
- Cooltra ha fatto il primo ordine di quest'anno per un totale di 400 veicoli sharing, sfruttando così gli incentivi per l'acquisto di motoveicoli elettrici - pari al 30% del prezzo di listino - che sono stati estesi per la prima volta anche agli acquisti da parte degli operatori business per flotte fino a 500 veicoli senza necessità di rottamazione

L'Amministratore Delegato Gian Franco Nanni ha così commentato: "I risultati del primo semestre 2020, approvati oggi, sono stati impattati pesantemente dalla pandemia causata dal Covid-19 che ha portato il Governo Italiano e i Governi degli altri Paesi in cui operiamo a prendere misure di contenimento che hanno ridotto, se non annullato, la mobilità delle persone e imposto la chiusura della produzione e delle reti distributive di prodotti non di prima necessità, categoria in cui noi ovviamente non siamo rientrati. Questo ha impattato pesantemente anche le vendite retail di Askoll EVA che avevano invece contribuito in maniera significativa nel secondo semestre 2019. In questa situazione abbiamo cercato di ridurre il più possibile i costi operativi e i risultati si sono visti fin da subito e trovano espressione nel miglioramento della marginalità rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. La progressiva riduzione delle azioni restrittive indotte dalla pandemia evidenzia un rinnovato interesse nei confronti della mobilità urbana sostenibile, spinta anche da consistenti incentivi per l'acquisto di veicoli elettrici. Ne è conferma il recente ordine di 400 veicoli per lo sharing che abbiamo ricevuto da parte di eCooltra che nonostante il periodo ha deciso di continuare ad investire nella crescita della propria flotta. Askoll EVA, che è leader di mercato, è costantemente al lavoro per aumentare l'offerta e andare incontro a quelle che saranno le tendenze future del mercato".

(RV - www.ftaonline.com)