Al di fuori del paniere del Ftse Mib, prosegue il buon rialzo di Astaldi che oggi sta vivendo la terza seduta consecutiva in salita. Non più tardi di ieri il titolo ha messo a segno un rally di quasi il 5%, dopo un progresso di circa tre punti percentuali nella sessione precedente.

Lo shopping non si ferma visto che oggi Astaldi si spinge ancora in avanti e guadagna il 2,52% a 0,6705 euro, con circa 300mila azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 800mila pezzi.

Prosegue così il recupero del titolo dopo le vendite accusate nella prima decade di maggio, culminate nel pesante affondo di lunedì scorso, quando la giornata è stata archiviata con un ribasso di oltre il 6,5%.

Astaldi non sembra risentire dei rumors relativi ad un possibile slittamento del termine entro cui Salini Impregilo presenterà il piano di salvataggio.

A riferirlo è oggi il Sole 24 Ore che ricorda come la scadenza inizialmente concordata per fine marzo era stata spostata al 20 maggio. Il quotidiano segnala che questa data resta ferma, ma spiega che si è aggiunto un nuovo tassello che sposta al 19 giugno il termine ultimo per definire i dettagli.

Per quella data infatti è prevista l'udienza al Tribunale di Roma per il decreto e questo offre a Salini Impregilo un mese in più per mettere a punto i dettagli del piano di salvataggio, sebbene l'intenzione sia quella di accorciare i tempi il più possibile.