Quest'ultima seduta della settimana ha imposto una pesante battuta d'arresto ad Atlantia che, dopo quattro giornate consecutive in salita, ha subito un duro attacco da parte dei ribassisti oggi.

Atlantia sotto scacco dopo 4 rialzi di fila

Il titolo è scivolando in fondo al paniere delle blue chips, mostrando una evidente sottoperformance rispetto al Ftse Mib.

Atlantia si è fermato a 14,225 euro, con un ribasso del 3,23% e circa 2 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,7 milioni di pezzi.

Il titolo, a due anni dal crollo del ponte Morandi a Genova, è stato bersagliato dalle vendite sulla scia delle dichiarazioni rilasciate dal premier Giuseppe Conte.

Atlantia: l'intervista al premier Conte. Tanti i dettagli da definire

In un'intervista a La Stampa, il Presidente del Consiglio ha parlato del tema Autostrade, in merito al quale ha evidenziato si sta lavorando in questi giorni per chiudere l’intesa con i Benetton, in quanto rimangono ancora da definire numerose questioni di dettaglio.

Al momento ci sono due tavoli tecnici al lavoro: uno per riscrivere la concessione e l’altro per definire l’assetto della nuova società.

Atlantia: nessuna manleva

Il premier ha spiegato che non c’è intenzione da parte del Governo di cancellare l’azione di responsabilità per carenza di manutenzione nei confronti dei Benetton.

Infine, la partecipazione dello Stato in Autostrade va nella direzione di avere maggiori controlli sulla rete.

Con il riequilibrio del rapporto tra Stato e concessionari autostradali si incrementeranno le manutenzioni.

In attesa di novità Equita SIM non cambia idea su Atlantia, ribadendo la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 15 euro.