Atlantia +2,5% in deciso rialzo. Secondo indiscrezioni di stampa prosegue sottotraccia la trattativa con il governo per evitare la revoca delle concessioni autostradali. MF scrive che l'esecutivo avrebbe proposto un taglio immediato dei pedaggi del 5% e aumenti futuri limitati al 2% annuo (danno stimato: 4 miliardi di euro): fino a ieri i rumor parlavano di -5% da mantenere anche nei prossimi anni, ipotesi che sarebbe stata rigettata dal gruppo dei Benetton.

*Il Sole 24 Ore riferisce che il cda della controllata Autostrade dovrebbe riunirsi *intorno a metà gennaio per mettere a punto il nuovo piano industriale: potrebbe contenere consistenti investimenti, soprattutto nella manutenzione e nella qualità del servizio (un modo per agevolare la trattativa, ndr).

  • Ieri il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture* e dei Trasporti, Salvatore Margiotta (PD), ha dichiarato che Autostrade come minimo deve mettere sul tavolo un risarcimento molto sostanzioso, una revisione dei pedaggi, un effettivo piano di manutenzione con controlli a suo carico ma gestiti da altri: l'alternativa è la revoca delle concessioni.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)