Anche la seduta odierna si è conclusa con il segno più per Atlantia che ha guadagnato terreno per la terza giornata consecutiva, salendo in controtendenza rispetto al mercato.

Il titolo, che ha conquistato la terza posizione nel paniere del Ftse Mib, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un rialzo di oltre l'1%, è riuscito a fare ancora meglio oggi.

Atlantia si è fermato a 23,49 euro, con un progresso dell'1,38% e oltre 1,8 milioni di azioni scambiate, al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a poco meno di 1,4 milioni.

A sostenere il titolo hanno contribuito le indiscrezioni di stampa secondo cui il Governo inserirà nel Decreto Crescita la proroga del finanziamento ponte di 900 milioni di euro concesso ad Alitalia e che scadeva a giugno.

Secondo il Messaggero si starebbe lavorando ad un’operazione di salvataggio della compagnia di bandiera che prevede l’eliminazione della scadenza del prestito ponte e la conversione di parte di questo in capitale da parte del Ministero del Tesoro.

Oltre all’entrata di Ferrovie dello Stato e di Delta Airlines, una quota del 35% di Alitalia sarebbe riservata ad Atlantia.
La Lega sarebbe favorevole a questo progetto, mentre sarebbe il primo ministro Conte a cercare una mediazione con il Movimento 5 Stelle.

Il dossier potrebbe essere affrontato nei prossimi giorni dal Governo perché il nodo della partecipazione di Atlantia al salvataggio non sarebbe stato ancora sciolto, ma i contatti continuerebbero.

Gli analisti di Equita SIM fanno notare che il termine del 30 aprile per presentare l’offerta da parte di Ferrovie dello Stato quasi certamente slitterà.