A maggio del 2020 le vendite di auto per passeggeri nell'Unione Europea sono diminuite del 52,3% rispetto al maggio 2019 ponendosi ad appena 581.161 unità. Lo evidenziano gli ultimi dati dell'associazione europea di costruttori di automobili *Acea *che registra cali a due cifre in tutti i mercati dell'Europa a 27 nel mese.

L'andamento dei maggiori mercati nazionali del Vecchio Continente per le quattro ruote si mostra in calo in *Italia *(-49,6%) e in *Spagna *(-72,7%). Molto male anche il mercato automotive del *Regno Unito *(-89%), quello *francese *(-50,3%) e le quattro ruote *tedesche *(-49,6%). Crolli veri e propri anche in mercati più marginali come *Paesi Bassi *(-59,2%), *Svezia *(-50,2%), *Irlanda *(-72,4%) e *Polonia *(-55,1%).

La classifica di vendite per gruppo automobilistico vede a gennaio un calo del 52,4% delle immatricolazioni di *Volkswagen *(145.195 unità).
Male anche *PSA Peugeot-Citroen *(-56,4% a 91.146 unità) e *Renault *(-52,5% a 69.230 auto).

**

FCA *registra un crollo del 55,3% a 42.982 unità che la porta sotto il numero di auto vendute da
Hyundai e BMW,
*con perdite del 55,5% del marchio Fiat, del 52,1% di Alfa Romeo e del 52,4% di Jeep. Molto male anche Lancia/Chrysler (-60% a 2.242 unità).

*BMW *perde 50,4% (35.812 auto), *Hyundai *cede il 47,8% (39.791 auto).

*Daimler *registra un calo delle vendite di nuove auto per passeggeri del 49,6% a 35.837 vetture: male soprattutto le Smart (-90%), anche se le Mercedes cedono il 43,8 per cento.

*Ford *segna un calo delle vendite di auto del 53,6% a 29.462 veicoli appena nel mese in Europa.

(GD - www.ftaonline.com)