Azimut Holding è impegnata in un difficile tentativo di recupero dopo aver toccato a fine 2018 il minimo da fine 2012 a 9,2520 euro. Primi segnali incoraggianti al superamento di area 11, dove transita la linea che guida il ribasso da maggio scorso, da confermare con una vittoria sulle resistenze statiche a 11,30/11,40 per 12,50. Sotto 9,2520 riattivazione della tendenza ribassista di fondo in direzione dei supporti di area 8,50/9,00 euro.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)