Azimut Holding perde terreno e si espone al rischio di discese sui minimi estivi a 15,15/15,20 euro: conferme in tal senso con una stabilizzazione sotto 16,50/16,60 per un obiettivo intermedio a 15,75 circa (linea ascendente in essere da fine maggio). Il superamento di quota 17,60 anticiperebbe invece un attacco ai massimi di aprile e luglio in area 18 e l'eventuale riattivazione del rally partito a fine 2018 per area 19,50 (massimi allineati di maggio 2017 e gennaio 2018).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)