Prevalgono le vendite sull'azionario europeo durante i primi scambi. Il Dax *cede lo 0,49%, il *Cac 40 lo 0,6%, il Ftse 100 *lo 0,37%, l'Ibex 35* lo 0,3%. Fa eccezione il *Ftse MIB *italiano (+0,18%). Va evidenziato che la crescita dei contagi negli Stati Uniti e in altri Paesi torna a spaventare i mercati anche se stamane dalla Cina sono giunte dati positivi su Pil e produzione industriale e si attendono oggi decisioni e indicazioni della Bce.

A Francoforte si muovono in controtendenza Volkswagen *(+0,45%), *Daimler *(+0,2%) e *BMW (+0,36%) nonostante i dati Acea sulle immatricolazioni europee di auto a giugno abbiamo mostrato un calo complessivo del 22,3% a/a (-52,3% a maggio) e negativo anche per le quattro ruote tedesche. Perde invece ancora quota *Wirecard *(-4,75%).

A Parigi Renault *segna un rialzo dell'1,75% in controtendenza e *Peugeot *cede lo 0,21%. Da evidenziare che *PSA Peugeot-Citroen ed *FCA *hanno annunciato che il nome del nuovo gruppo che nascerà dalla loro fusione sarà Stellantis.

A Londra *Anglo-American *perde il 2,05%: il colosso minerario ha pubblicato i dati della produzione del secondo trimestre impattati dalla pandemia: in calo del 54% la produzione di diamanti, platino e carbone, mentre sono cresciuti del 5% il rame e i minerali ferrosi di Minas Rio. In aumento anche la produzione di nickel.

(GD - www.ftaonline.com)