Avvio in rialzo per i maggiori indici azionari europei che potrebbero avvantaggiarsi delle cauto speranze dei mercati sul vaccino di Moderna contro il Covid-19. L'indice tedesco DAX *segna un rialzo dello 0,9%, il francese *Cac 40 *uno dello 0,89%, il britannico *Ftse 100 *uno dello 0,86% e l'IBEX 35* uno dello 0,55 per cento.

A Francoforte brilla Heidelbergcement, il colosso tedesco del cemento che controlla la ex Italcementi segna un rialzo del 3,32% dopo la pubblicazione di dati trimestrali sopra le attese: nel secondo quarto del 2020 ha registrato ricavi da € 4,32 mld (consensus 3,9 mld) e utili ordinari da € 652 mln (attesi 357 mln). A incoraggiare le performance ha contribuito in maniera importante il taglio dei costi. *Volkswagen *guadagna il 2,13% dopo l'annuncio del futuro spostamento della direzione per lo sviluppo dei software a Ingolstadt presso la controllata Audi. Ieri Hildegard Muller dell'associazione tedesca di settore VDA ha chiesto una maggiore collaborazione europea nel settore e specialmente tra Italia e Germania.

L'automotive brilla anche a Parigi con Renault *che guadagna più del 4% dopo che il partner giapponese Nissan ha svelato il nuovo SUV elettrico Ariya: le attese sulle vendite sono modeste (30 mila veicoli nel mondo), ma indicano la conferma di un percorso che l'industria sembra sempre più orientata a intraprendere. A Parigi guadagna l'1,58% anche la biotecnologia di *Eurofins, la società con sede in Lussemburgo ma controllata dalla famiglia Martin ha sviluppato un nuovo metodo per l'analisi del Covid-19 nelle acque.

Il settore biotecnologico si mette in luce anche a Londra, dove *GlaxoSmithKline *(+1,62%) si avvantaggia della notizia di un voto largamente favorevole (12-0) del comitato sulle terapie oncologiche della statunitense FDA al trattamento monoterapico con il suo belantamab mafodotin del mieloma multiplo. Male *Burberry *(-4,98%) dopo i dati sulle vendite comparabili del trimestre al 27 giugno 2020 in calo del 45 per cento.

(GD - www.ftaonline.com)