Furia francese e ritirata spagnola per Banca Ifis che, dopo aver terminato la sessione di giovedì scorso a ridosso della parità, oggi ha avviato gli scambi in salita, salvo poi invertire la rotta.

Nella prima parte della mattinata il titolo è arrivato a toccare un massimo intraday a 16,46 euro, con un rally di quasi il 3%. In seguito Banca Ifis ha mandato in fumo questo vantaggio, scivolando al di sotto della parità, tanto che negli ultimi minuti viene fotografato a 15,93 euro, con un calo dello 0,44% e oltre 530mila azioni scambiate, già al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 430mila pezzi.

La scorsa settimana l’assemblea ordinaria degli azionisti di Banca Ifis ha approvato l’allargamento del numero di consiglieri da 9 a 12, nominando i nuovi membri del CdA per il periodo 2019-2021.

Entrambi i candidati presentati dalla lista promossa dall’amministratore delegato uscente Giovanni Bossi non sono stati nominati.

Il nuovo Cda della società, riunitosi venerdì scorso a valle dell'assemblea, ha attribuito le cariche sociali ai consiglieri eletti per il triennio 2019-2021.

Sebastien Egon Fürstenberg è stato nominato Presidente, Ernesto Fürstenberg Fassio Vice Presidente e Luciano Colombini Amministratore Delegato della Società, in sostituzione di Giovanni Bossi che dopo 25 anni alla guida di Banca Ifis non è stato confermato dalla proprietà lo scorso 11 marzo.