Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare, riunitosi sotto la Presidenza di Jürgen DENNERT, ha approvato il Resoconto intermedio consolidato sulla gestione al 31.03.2019.

Gli Asset Under Management (AUM) ammontano al netto delle duplicazioni a €/Mld. 5,55 al 31.03.2019 (€/Mld. 5,47 al 31.12.2018; +1,5%). L'incremento registrato nel trimestre è principalmente riconducibile all'effetto mercato.

La raccolta indiretta si attesta a €/Mld. 4,80 (€/Mld. 4,71 al 31.12.2018; +1,9%), di cui investita per €/Mld. 2,93 in prodotti gestiti e €/Mld. 1,63 in prodotti amministrati. La raccolta gestita rappresenta il 61,1% della raccolta indiretta (62,6% al 31.12.2018).

Il *portafoglio crediti verso la clientela *è pari al 31.03.2019 a €/Mln. 286,4 (€/Mln. 304,8 al 31.12.2018; -6,0%).

Gli impieghi vivi si attestano a €/Mln. 219,0 (€/Mln. 229,8 al 31.12.2018; -4,7%) ed in continuità con l'attività di de-risking che prevede la cessazione dell'attività di erogazione a clientela "corporate" e l'adozione di politiche di erogazione focalizzate esclusivamente sui crediti "lombard".

L'*esposizione residua netta dei crediti deteriorati *ammonta al 31.03.2019 a €/Mln. 39,9 (€/Mln. 44,5 al 31.12.2018), pari al 18,1% degli impieghi e coperta da accantonamenti per il 26,4% (25,0% al 31.12.2018).
La *posizione finanziaria netta verso le banche *risulta a debito per €/Mln. 223,5 (€/Mln. 206,1 al 31.12.2018) a fronte di un maggior indebitamento a termine. L'esposizione complessiva in strumenti finanziari, alla data del 31.03.2019 ammonta a €/Mln. 695,5 (€/Mln. 683,5 al 31.12.2018: +1,8%), di cui €/Mln. 31,2 relativi al portafoglio negoziazione (FVTPL) e €/Mln. 664,3 relativi al portafoglio bancario (FVOCI), principalmente costituiti da investimenti in titoli di debito governativi italiani.