Una seduta in crescendo quella odierna per Banca Monte Paschi che, dopo aver guadagnato oltre un punto percentuale ieri, ha avviato gli scambi a ridosso della parità oggi e dopo una fase di tentennamento ha imboccato con decisione la via dei guadagni.

Il titolo ha accelerato progressivamente al rialzo e negli ultimi minuti viene fotografato a poca distanza dai massimi intraday a 1,296 euro, con un rally del 7,64% e oltre 3,7 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,7 milioni di pezzi.

Banca Monte Paschi beneficia sicuramente della ritrovata positività di Piazza Affari che dopo una mattinata in calo ha invertito con decisione la rotta nel pomeriggio.

A dare una marcia in più al titolo sono le notizie diffuse in mattinata, da cui si è appreso che la banca senese ha venduto quattro portafogli di crediti deteriorati per circa 340 milioni di euro.

Le cessioni hanno riguardato crediti in sofferenza misti, secured e unsecured, per 137 milioni di euro complessivi, a cui si aggiungono tre operazioni su unlikely to pay prevalentemente garantiti, per 202 milioni di euro, su portafogli di Banca Monte Paschi e Mps Capital Services.

Nella nota diffusa in mattinata si legge che la conclusione di questi accordi rappresenta un ulteriore e significativo passo avanti nel processo di accelerazione del derisking previsto dal piano di ristrutturazione 2017-2021 e nel rispetto degli impegni presi con la Commissione Europea.