L'ondata di vendite che ha colpito anche oggi Piazza Affari ha visto tra le sue vittime anche Banca Monte Paschi che dopo aver ceduto due punti percentuali ieri, ha registrato un ribasso ancora più pesante oggi.

Il titolo si è fermato a 1,46 euro, con un calo del 2,54% e quasi 3,4 milioni di azioni scambiate, al di sotto della media giornaliera degli ultimi 30 giorni pari a circa 5,6 milioni di pezzi.

Banca Monte Paschi è rimasto sotto i riflettori dopo che ieri ha collocato un nuovo covered bond per un ammontare pari a 1 miliardo di euro, con scadenza ottobre 2026 e rating atteso pari a A1/A+, rispettivamente assegnati da Moody’s e Fitch.

L’operazione grazie al buon riscontro da parte degli investitori ha permesso un restringimento dello spread di 10 punti base rispetto alla guidance, ad un livello pari al mid swap più 125 basis points e prevede una cedola annuale dello 0.875%.

Gli analisti di Equita SIM ricordano che quella di ieri è la seconda emissione covered bond sul mercato istituzionale del 2019 dopo quella di gennaio, quando il bond con scadenza 5 anni era stato prezzato al 2%, equivalente al un tasso mid swap a 5 anni più 190 punti base, circa 65 in più rispetto al deal di ieri.

Con questa emissione, Banca Monte Paschi ha collocato con successo nel 2019 circa 3,3 miliardi di nuove emissioni nell’ambito del funding plan 2019-2021 annunciato a febbraio e che prevede circa 1,5/1,75 miliardi di euro di emissioni covered bond all’anno fino al 2021.

Gli analisti di Equita SIM mantengono una view cauta sul titolo, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 1,6 euro.