La seduta odierna prosegue all'insegna dell'incertezza per Banca Monte Paschi che prova a risalire la china dopo il netto calo della vigilia, quando la giornata si è conclusa con un ribasso di quasi tre punti percentuali.

Il titolo ha mostrato qualche incertezza nelle battute iniziali, scivolando al di sotto della parità, salvo poi cambiare rotta e virare in positivo.

Banca Monte Paschi, che ha già frenato con decisione dai top intraday, viene fotografato ora a 1,521 euro, con un frazionale rialzo dello 0,07% e oltre 2,5 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4 milioni di pezzi.

Il titolo recupera terreno sulla scia delle nuove indiscrezioni di stampa relative ai piani del Mef per ripulire la banca senese.

Il Sole 24 Ore scrive infatti che una delle soluzioni allo studio prevederebbe l'assegnazione di azioni di Amco, l'ex Sga, agli azionisti di minoranza di Banca Monte Paschi, in cambio del conferimento dei crediti deteriorati della stessa.

Piazza Affari: vuoi scoprire come cavalcare 5 blue chips vincenti? Iscriviti al webinar gratuito del 13 novembre 2019 alle ore 18

Sarebbe questa una delle possibili strada che stanno valutando il Mef e Bruxelles per risolvere il rebus della dismissione del portafoglio ci rca 10-14 miliardi di euro di non performing loans, senza violare le regole sulla concorrenza.

Una partita ancora tutta da giocare e dal risultato per nulla scontato, visto che la Direzione della Concorrenza UE non sarebbe incline a fare sconti o a dare il via libera a soluzioni mai provate fino ad ora.