Avvio di seduta difficile per i bancari italiani, penalizzati dalle tensioni scatenate dalle ultime indiscrezioni riguardanti il nuovo governo e la bozza di "contratto" Lega-M5S con i riferimenti a uscita dall'euro e cancellazione di parte del debito pubblico (ma è subito stata definita "superata"). L'indice FTSE Italia Banche segna -1,1%, l'EURO STOXX Banks -0,5%. sotto pressione UBI Banca (-2%), Banco BPM (-2%), UniCredit (-0,9%), Intesa Sanpaolo (-1%).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)