Andamento debole per il comparto bancario italiano in tarda mattinata. Il Ftse Italia Banche cede lo 0,79% con performance negative soprattutto per Bper *(-1,5%), *Unicredit (-1,18%) e Ubi Banca (-1,1%). Male anche *Banco BPM *(-0,68%) e *Intesa *(-0,66%), mentre *Mediobanca *recupera lo 0,44% e *Banca MPS *l'1,44 per cento.

Il governo italiano ha deciso ieri sera di promuovere un intervento a difesa di Banca Carige, la banca ligure recentemente commissariata dalla Bce. A supporto del lavoro dei commissari, che dovrebbero completare il rafforzamento patrimoniale del gruppo e traghettarlo verso la fusione con un altro soggetto, sono state previste garanzie pubbliche sulle nuove emissioni.
In una nota odierna l'istituto ha precisato che l'ipotesi di una ricapitalizzazione precauzionale citata nella nota del governo è "del tutto residuale". I commissari hanno inoltre incontrato i vertici dello Fondo interbancario di tutela dei depositi per ridefinire le condizioni del prestito subordinato da 320 milioni di euro (apparso da subito molto oneroso per la banca).
Entro fine febbraio 2019 dovrebbe essere presentato il nuovo piano industriale che dovrebbe includere anche un ulteriore taglio dei crediti deteriorati.

Stamane il quotidiano MF stima per inoltre per la prima metà di febbraio l'arrivo del nuovo piano di *Bper *che dovrebbe fare chiarezza su diversi dossier (da Unipol Banca ad Arca, da Banco di Sardegna ai target sugli NPL).

(GD - www.ftaonline.com)