Si è svolto il primo incontro con l'Abi per il rinnovo del CCNL Credito (contratto collettivo nazionale di lavoro Ndr). Le Organizzazioni Sindacali - riporta oggi una nota del sindacato dei bancari Uilca - hanno firmato un Accordo con la Controparte, concordando che gli incontri per il rinnovo del CCNL si svolgeranno entro e non oltre il 28 febbraio 2019 e saranno convenzionalmente considerati svolti entro il 31 dicembre 2018.

Dal 13 febbraio è stato fissato un calendario di incontri, orientati a ricercare un Accordo di Programma che individui le tematiche di maggiore rilevanza ai fini del confronto sul CCNL in attesa della piattaforma sindacale.

L'Accordo non ha valenza di proroga o di ultrattività di disposizioni di cui alla contrattazione nazionale delle quali sia espressamente prevista la scadenza del 31 dicembre 2018.

Il Segretario Generale Uilca Massimo Masi nel suo intervento ha ribadito la centralità del Contratto Nazionale, soprattutto auspicando "che vengano stabilite regole precise tenendo conto di un sistema che è in perenne e continua evoluzione, visti i mutamenti del mercato finanziario, dei soggetti creditizi e l'avvento delle nuove tecnologie".

La Uilca non è disponibile ad accettare compromessi che vogliano superare il Contratto Collettivo Nazionale e la successiva contrattazione decentrata o di secondo livello e ha ribadito l'imprescindibilità degli aumenti economici a partire dal 1 gennaio 2019 e ha inoltre chiesto all'Abi e ai gruppi bancari di uniformare le proprie politiche al fine di evitare pericolose discrasie.

(GD - www.ftaonline.com)