La settimana si è conclusa con un pesante ribasso per Banco BPM che oggi ha accusato la peggiore performance tra i bancari, scivolando nell'ultima posizione del Ftse Mib.

Il titolo, dopo il rally di oltre il 4% messo a segno ieri, ha restituito gran parte di questo rialzo al mercato, cedendo oggi il 3,22%, con una chiusura sui minimi intraday a 1,7265 euro e quasi 24 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 27 milioni di pezzi.

Banco BPM ha risentito della negativa intonazione del settore bancario, performando peggio di altri titoli dopo la corsa al rialzo della vigilia.

Indicazioni poco rassicuranti intanto sono arrivate oggi dall'aggiornamento della Consob sulle posizioni nette corte comunicate dagli operatori finanziari.

Banco BPM è il titolo più shortato a Piazza Affari, con 7 posizioni short per una quota pari al 5,55% del capitale, una in più rispetto all'aggiornamento della scorsa settimana, quando invece il primo posto in classifica era occupato da Ubi Banca.

Intanto quest'oggi non sono state di grande aiuto le indicazioni giunte da Mediobanca Securities, i cui analisti hanno deciso di confermare la raccomandazione "neutral" su Banco BPM, con un prezzo obiettivo invariato a 2 euro, tagliando però del 2% le stime sull'utile per azione.

Gli esperti segnalano che Banco BPM, al pari delle altre banche, probabilmente continuerà a soffrire a causa di una bassa crescita in Italia, di una volatilità dei rendimenti dei titoli di Stato e di tassi di interesse estremamente bassi.

Mediobanca però evidenzia che Banco BPM vanta coefficienti patrimoniali migliori di altri gruppi, tra cui Ubi Banca, ed è ben attrezzato per fronteggiare situazioni di mercato difficili.