Avvio di settimana a tutto gas per Banco BPM che oggi ha messo a segno la seconda migliore performance tra le blue chips, evidenziando una forza relativa decisamente maggiore di quella del Ftse Mib.

Il titolo, dopo aver ceduto poco più dell'1% venerdì scorso, complici alcune prese di beneficio seguite a tre sessioni consecutive in salita, oggi ha ripreso con decisione la via dei guadagni.

Banco BPM ha infatti terminato le contrattazioni a ridosso dei massimi intraday a 2,3 euro, con un rally del 5,41%, alimentato da volumi di scambio esplosivi.

A fine giornata infatti sono transitate sul mercato oltre 50 milioni di azioni, più del doppio della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 24 milioni di pezzi.

Banco BPM oggi ha fatto il pieno di acquisti, riportandosi sui massimi di metà settembre 2018, lasciandosi contagiare da Ubi Banca che è salito sul podio del Ftse Mib dopo la presentazione del nuovo piano industriale.

L'attenzione del mercato è già rivolta all'appuntamento in agenda il prossimo 3 marzo, quando Banco BPM alzerà il velo sul suo business plan.

Dopo che negli ultimi tre anni il focus del gruppo è stato sul de-risking, ora l'attenzione sarà incentrata principalmente sulla redditività e sulla solidità patrimoniale.

Secondo quanto anticipato dall'AD Castagna in un'intervista rilasciata di recente, le parole chiave del nuovo piano industriale saranno aumento dei ricavi, forte disciplina sui costi, ricerca di nuove opportunità offerte dal digitale.