Banco BPM guadagna terreno e si propone per un allungo verso il massimo dell'8 giugno a 1,4680 euro, resistenza determinante nel medio periodo. Oltre questo ultimo livello i prezzi potrebbero prolungare la rimonta partita a fine maggio in direzione degli ex supporti a 1,55-1,60 e 1,80-1,85. Discese sotto 1,33 preannuncerebbero invece un test di 1,27 ed eventualmente dell'importate supporto statico a 1,20.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)