Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. (la "Banca" o "BIM") ha approvato i termini dell'aumento del capitale sociale a pagamento deliberato dall'assemblea in data 28 settembre 2018 per un importo (comprensivo di sovrapprezzo) di massimi Euro 91 milioni, da eseguirsi mediante emissione di azioni ordinarie aventi le medesime caratteristiche di quelle in circolazione, da offrirsi in opzione agli azionisti ai sensi dell'articolo 2441, comma 1, del Codice Civile (l'"Aumento di Capitale"). Le delibere assunte in data odierna, così come l'avvio dell'offerta in opzione, sono subordinate al rilascio da parte della Consob del provvedimento di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo relativo all'offerta in opzione e all'ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario ("MTA") delle nuove azioni. Più in dettaglio, le azioni saranno offerte in opzione a tutti gli azionisti di BIM al prezzo di sottoscrizione di Euro 0,166 per azione (di cui Euro 0,001 a titolo di capitale sociale ed Euro 0,165 a titolo di sovrapprezzo) nel rapporto di opzione di n. 183 azioni di nuova emissione ogni n. 50 azioni possedute. Di conseguenza, saranno emesse complessive massime n. 547.653.486 nuove azioni per un controvalore complessivo di Euro 90.910.478,69. Il suddetto prezzo di sottoscrizione, determinato in conformità ai criteri fissati dalla delibera assembleare del 28 settembre 2018, incorpora uno sconto del 18,5% circa rispetto al prezzo teorico ex diritto (Theoretical Ex Right Price o TERP) delle azioni di BIM, calcolato secondo le metodologie correnti. Con riferimento alla tempistica dell'Aumento di Capitale, subordinatamente all'ottenimento del provvedimento di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo da parte della Consob, è previsto che: