Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare, riunitosi sotto la Presidenza di Maurizio Lauri l'8 febbraio 2019, ha approvato gli schemi di bilancio consolidato al 31.12.2018.

Il 2018 è stato un anno di completa trasformazione per Banca Intermobiliare:
- 1° trimestre: autorizzato l'acquisto della maggioranza del capitale di BIM da parte di Trinity Investments Designated Activity Company;
- 2° trimestre: completata l'operazione di acquisizione e la conseguente OPA obbligatoria, rinnovato il CdA;
- 3° trimestre: approvato il Piano Strategico 2019-21 e realizzate le operazioni di cessione degli attivi (portafoglio immobiliare e NPL); modificato lo statuto sociale, introducendo tra l'altro la previsione della figura dell'Amministratore Delegato;
- 4° trimestre: autorizzato dalla Vigilanza prudenziale il deconsolidamento dei crediti ceduti e completato l'aumento di capitale con la sottoscrizione da parte di Trinity e del mercato.

Gli importanti interventi effettuati nell'esercizio hanno pienamente trasformato il profilo finanziario del Gruppo, consentendo - grazie al supporto dell'azionista - il dimezzamento degli RWA, il rafforzamento della posizione di liquidità, il conseguimento di risorse patrimoniali eccedenti rispetto ai requisiti di vigilanza ed il significativo azzeramento dei rischi derivanti dalle passate gestioni.

Il Gruppo è oggi impegnato nelle azioni definite nel Piano Strategico 2019-21, mirate ad un rilancio commerciale ed alla trasformazione ed innovazione del modello operativo, che trovano supporto dalla migrazione del sistema informativo perfezionatasi in data 6 gennaio 2019. Le operazioni straordinarie – ed i relativi oneri - e l'andamento dei mercati finanziari hanno determinato un appesantimento dei risultati reddituali del 2018.