Con riferimento alle informazioni apparse a mezzo stampa nelle giornate di ieri e odierna collegate agli arresti eseguiti dalla Guardia di Finanza *di Milano di tre manager per bancarotta fraudolenta con riferimento al *crac Essere Benessere, inchiesta che vedrebbe coinvolto anche l'ing. Canio Giovanni Mazzaro, Amministratore Delegato, Direttore Generale e azionista di riferimento di Bioera S.p.A., Bioera informa di quanto segue.

Con riferimento al supposto coinvolgimento di Bioera in relazione ad una - supposta - operazione di distrazione di fondi operata dagli arrestati ai danni di FD Consultants S.p.A. e alle dichiarazioni rese dal dott. Davide Guerra, direttore amministrativo della Società, sentito in qualità di persona informata sui fatti dalla Guardia di Finanzia di Milano nel mese di febbraio 2016, la Società chiarisce quanto segue, considerato che talune informazioni apparse risultano fuorvianti e non esattamente coincidenti ai fatti realmente intercorsi.

In data 3 febbraio 2014 la Società ha venduto a Servizi Integrati S.r.l. n. 520.000 azioni ordinarie EB Holding S.p.A., avanti al Notaio Giancarlo Postiglione. Come da accordi successivamente convenuti tra le parti, il pagamento da parte di Servizi Integrati S.r.l. di quanto convenuto nell'atto del 3 febbraio 2014 veniva fissato entro e non oltre la data del 28 agosto 2014, con la maggiorazione della relativa quota di interessi maturati al saggio convenzionale del 5%.

Per tale ragione venivano consegnati alla Società da parte di Servizi Integrati S.r.l. n. 10 assegni circolari emessi da Banca Sella S.p.A. in data 8 agosto 2014 - e non 28 ottobre 2014 come erroneamente riportato su alcuni articoli di stampa - per l'importo complessivo di Euro 1.498.213,86, in buona fede ritenuti da Bioera emessi su richiesta del soggetto debitore Servizi Integrati S.r.l.. Gli stessi venivano incassati dalla Società in data 28 agosto 2014.