Dopo il provvedimento adottato a marzo e in vigore fino a domani a 3 aprile, Arear, l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, coerentemente con l'ultimo provvedimento del Governo che ha prolungato la validità delle misure restrittive per l'emergenza coronavirus, ha deciso di prorogare fino al 13 aprile il blocco di tutte le eventuali procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità.

Una misura che riguarda tanto le famiglie, quanto le imprese, segnalando che vengono inoltre introdotte specifiche previsioni in materia di rateizzazione degli importi oggetto di costituzione in mora per gli esercenti i servizi di tutela, esercenti la vendita titolari di contratti Placet e i gestori del Servizio Idrico Integrato, nonchè facilitazioni per l'invio della bolletta anche in formato elettronico.

Come previsto con la delibera precedente, la sospensione dei distacchi per morosità per l'elettricità riguarda tutti i clienti in bassa tensione e per il gas quelli con consumo non superiore a 200.000 metri cubi standard all'anno.

Per la fornitura idrica invece si fa riferimento a tutte le tipologie di utenze domestiche e non.

Rimane ugualmente in vigore l'obbligo di rialimentare le forniture di energia elettrica, gas e acqua eventualmente sospese (o limitate/disattivate) dal 10 marzo 2020.