Petrolio: chiusura in ribasso ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono scese dell'1,72% a 67,04 dollari.

Giappone: conclusione debole oggi per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 fermarsi a 22.171,35 punti, in calo dello 0,14%.

Wall Street: chiusura negativa ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono scesi rispettivamente dell'1,02% e dello 0,69%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 7.442,12 punti, in calo dello 0,27%.

Dati Macro ed Eventi Usa: i riflettori saranno puntati sul report del lavoro, con il tasso di disoccupazione che a maggio dovrebbe rimanere fermo al 3,9%, mentre il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo è visto in aumento da 164mila a 185mila unità. Per la retribuzione media oraria le stime parlano di un rialzo dello 0,2% rispetto allo 0,15% di aprile.

Da segnalare il dato finale dell'indice PMI manifatturiero che a maggio dovrebbe confermare la lettura preliminare a 56,6 punti, in frazionale rialzo rispetto ai 56,5 punti della versione definitiva di aprile.
Per l'indice ISM manifatturiero di maggio le stime indicano un rialzo da 57,3 a 57,7 punti, mentre le spese per costruzioni ad aprile dovrebbero salire dell'1,1% dopo il calo dell'1,7% precedente.

Risultati trimestrali Usa: segnaliamo Abercrombie & Fitch che alzerà il velo sui conti degli ultimi tre mesi dai quali ci si attende una perdita per azione di 0,77 dollari. 

Dati Macro ed Eventi Europa: si guarderà al dato finale dell'indice PMI manifatturiero che a maggio dovrebbe confermare l'indicazione preliminare a 55,5 punti, in frenata rispetto ai 56,2 punti di aprile.
Lo stesso dato in Germania è visto a 56,8 punti, contro i 58,1 punti del mese precedente, mentre in Francia l'indice PMI manifatturiero dovrebbe salire d 53,8 a 55,1 punti.