Petrolio: chiusura in lieve rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono state fotografate a 47,82 dollari, in progresso dello 0,34%.

Wall Street: conclusione contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove i tre indici principali hanno terminato gli scambi preceduti da segni diversi. Il Dow Jones è salito dello 0,04%, mentre l'S&P500 è sceso dello 0,13% e il Nasdaq Composite si è fermato a 6.072,55 punti, in calo dello 0,37%.

Dati Macro ed Eventi Usa: saranno diffuse le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 244mila a 248mila unità. Per la bilancia commerciale di marzo si stima un deficit di 44,4 miliardi di dollari, in peggioramento rispetto al rosso di 43,6 miliardi della lettura precedente.

Il dato finale degli ordini di beni durevoli riferito a marzo dovrebbe mostrare un rialzo dell'1,5% rispetto all'1,8% precedente, mentre al netto della componente trasporti è attesa la conferma di una variazione positiva dello 0,5%. Gli ordini alle imprese di marzo dovrebbero salire dello 0,4%, in frenata rispetto all'1% di febbraio.

Risultati trimestrali Usa: a mercati chiusi saranno resi noti i conti del primo trimestre di Motorola Solutions dai quali ci si attende un utile per azione pari a 0,57 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: si conosceranno le vendite al dettaglio di marzo che dovrebbero attestarsi sulla parità, in recupero rispetto al calo dello 0,7% precedente. Per il dato finale dell'indice PMI composito di marzo si stima una conferma dell'indicazione preliminare a 56,7 punti, mentre l'indice PMI servizi, sempre riferito a marzo, è visto a 56,2 punti, in linea con la lettura precedente.