Petrolio: chiusura in calo venerdì scorso per le quotazioni dell'oro nero che sono scese dell'1,47% a 47,66 dollari.

Giappone: avvio di settimana poco mosso per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 20.170,82 punti, in frazionale calo dello 0,03%.

Wall Street: chiusura positiva venerdì scorso per la piazza azionaria americana dove i tre indici principali hanno terminato gli scambi in progresso. Il Dow Jones e l'S&P500 hanno guadagnato rispettivamente lo 0,29% e lo 0,37%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 6.305,8 punti, in salita dello 0,94%.

Dati Macro ed Eventi Usa: si segnala il dato finale del costo unitario del lavoro che con riferimento al primo trimestre dovrebbe mostrare una variazione positiva del 2,5% in frenata dal 3% dell'indicazione preliminare e in rialzo rispetto all'1,7% dei tre mesi precedenti. Per il dato finale della produttività non agricola del primo trimestre si stima un calo dello 0,1% rispetto a quello dello 0,6% della prima lettura, in peggioramento in confronto al rialzo dell'1,3% degli ultimi tre mesi del 2016.
Per l'indice ISM servizi, relativo cioè al settore non manifatturiero, a maggio si stima un calo da 57,5 a 57,1 punti, mentre gli ordini alle imprese di aprile sono visti in flessione dello 0,2% rispetto al rialzo dello 0,2% di marzo.

Dati Macro ed Eventi Europa: si segnala la chiusura del mercato tedesco per festività, mentre l'agenda macro è priva di eventi di rilievo.

Dividendi a Piazza Affari: oggi staccano il dividendo Cofide (0,014 euro), CSP International (0,04 euro), Emak (0,035 euro) e Tecnoinvestimenti (0,0875 euro).