Petrolio: chiusura in flessione ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono scese dell'1,6% a 53,66 dollari. Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.

Wall Street: conclusione positiva anche ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 hanno segnato un rialzo dello 0,68% e dello 0,47%, mentre il Nasdaq Composite è salito dello 0,74% a 7.402,08 punti.

Dati Macro ed Eventi Usa: oltre all'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, si segnala il dato relativo alla bilancia commerciale di novembre che dovrebbe mostrare un saldo negativo pari a 54 miliardi di dollari, in miglioramento rispetto al rosso di 55,49 miliardi di ottobre.

Il dato preliminare della produttività non agricola del quarto trimestre dovrebbe mostrare una variazione positiva dell'1,9%, in frenata rispetto al rialzo del 2,3% dei tre mesi precedente, mentre il costo unitario del lavoro è visto in aumento dallo 0,9% all'1,7%.

Risultati trimestrali Usa: prima dell'avvio degli scambi a Wall Street saranno diffusi i conti trimestrali di Eli Lilly e di General Motors, dai quali ci si attende un utile per azione di 1,34 e 1,22 dollari, mentre i conti di Spotify Technology dovrebbero consegnare una perdita per azione di 0,22 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: l'unico dato macro sarà diffuso in Germania e si tratta degli ordini al settore manifatturiero che a dicembre dovrebbero salire dello 0,3%, in recupero rispetto al calo dell'1% precedente.

Da segnalare in Grecia l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 3 mesi per un ammontare pari a 625 milioni di euro.