Petrolio: chiusura in calo anche ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono scese dello 0,32% a 59,93 dollari.

Wall Street: conclusione tutta in discesa ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono scesi rispettivamente del 2,32% e dell'1,97%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 7.200,87 punti, in flessione del 2,78%.

Dati Macro ed Eventi Usa: si segnala solo l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane. In agenda un discorso di Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis, oltre al quale parlerà May Daly, a capo della Fed di San Francisco, ma a prendere la parola sarà anche Lael Brainard, membro del Board guidato da Powell.

Risultati trimestrali Usa: da seguire prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati degli ultimi tre mesi di Home Depot e di Tyson Foods che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 2,26 e a 1,35 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: si guarderà alla Germania dove sarà diffuso l'indice Zew che a novembre dovrebbe attestarsi a -25 punti, in lieve peggioramento rispetto alla lettura precedente fermatasi a -24,7 punti.
Sempre in terra tedesca si conoscerà il dato finale dell'inflazione che ad ottobre dovrebbe evidenziare una variazione positiva dello 0,2%, in linea con la lettura preliminare e in frenata rispetto al rialzo dello 0,4% precedente. L'inflazione armonizzata dovrebbe mostrare un progresso dello 0,1% contro lo 0,4% di settembre.

Da seguire sempre in Germania l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 2 anni per un ammontare massimo di 4 miliardi di euro, mentre in Spagna saranno collocati titoli con scadenza a 6 e a 12 mesi per un importo compreso tra 4 e 5 miliardi di euro.