Petrolio: chiusura in rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che si sono fermate a 50,44 dollari, in progresso dello 0,52%.

Giappone: l'ultima seduta della settimana si è chiusa in progresso per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 16.856,37 punti, in rialzo dello 0,49%.

Wall Street: chiusura negativa ieri per la piazza azionaria americana dove i tre indici principali hanno archiviato la seduta in rosso. Il Dow Jones e l'S&P500 sono scesi rispettivamente dello 0,25% e dello 0,31%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 5.213,33 punti, in ribasso dello 0,49%.

Dati Macro ed Eventi Usa: oggi saranno diffusi i prezzi alla produzione che a settembre dovrebbero mostrare un rialzo dello 0,3% rispetto alla lettura invariata di agosto, mentre per la versione "core", depurata cioè delle componenti più volatili quali alimentari ed energia, si stima una variazione positiva dello 0,1%, in linea con la lettura precedente.

Per le vendite al dettaglio di settembre le previsioni parlano di un incremento dello 0,5% contro la flessione dello 0,3% precedente, mentre al netto della componente auto si dovrebbe avere un rialzo dello 0,4% dopo il calo dello 0,1% di agosto.
Le scorte delle imprese ad agosto dovrebbero salire dello 0,1% dalla lettura sulla parità di luglio, mentre il dato preliminare della fiducia Michigan ad ottobre è visto a 91 punti dai 91,2 di settembre.

Previsto un discorso del numero uno della Fed, Janet Yellen, ma anche un intervento di Eric Rosengren, a capo della Fed di Boston e a prendere la parola sarà anche Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis.

Risultati trimestrali Usa: da seguire prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati del terzo trimestre di Citigroup, con un eps atteso di 1,16 dollari, ma in agenda troviamo anche i conti trimestrali di Jp Morgan e di Wells Fargo che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,39 e a 1,01 dollari.