Petrolio: chiusura in rally ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono salite del 3,17% a 52,11 dollari. Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report settimanale sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.

Wall Street: conclusione positiva ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono saliti rispettivamente dello 0,65% e dell'1,07%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 7.023,83 punti, in ascesa dell'1,71%.

Dati Macro ed Eventi Usa: oltre all'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari si conosceranno i prezzi import che a dicembre dovrebbero mostrare un calo dell'1%, in recupero rispetto alla flessione dell'1,6% precedente.

Per le vendite al dettaglio di dicembre si prevede una variazione positiva dello 0,2%, in linea con la lettura precedente, e anche al netto della componente auto si stima un rialzo dello 0,2%, ricalcando l'indicazione di novembre.

In agenda anche le scorte delle imprese che a novembre dovrebbero salire dello 0,5%, in frenata rispetto allo 0,6% di ottobre, mentre l'indice Nahb a gennaio dovrebbe aumentare da 56 a 57 punti.

In calendario un discorso di Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis, mentre due ore prima della chiusura di Wall Street si guarderà al Beige Book, il tradizionale rapporto della Fed sullo stato di salute dell'economia a stelle e strisce.

Risultati trimestrali Usa: Sul versante societario da seguire i conti del quarto trimestre di Bank of America e BlackRock, con un eps atteso rispettivamente a 0,63 e a 6,48 dollari, mentre Goldman Sachs e Bank of New York dovrebbero registrare un utile per azione di 4,5 e di 0,93 dollari.