Petrolio: chiusura in netto calo venerdì scorso per le quotazioni dell'oro nero che si sono fermate a 65,06 dollari, in flessione del 2,73%.

Giappone: avvio di settimana in rosso per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 22.680,33 punti, in flessione dello 0,75%. 

Wall Street: chiusura negativa venerdì scorso per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&p500 sono scesi rispettivamente dello 0,34% e dello 0,1%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 7.746,38 punti, in calo dello 0,19%.

Dati Macro ed Eventi Usa: si segnala solo l'indice Nahb che a giugno dovrebbe confermare la rilevazione precedente pari a 70 punti.

Risultati trimestrali Usa: da seguire Lennar Corp. che prima dell'avvio degli scambi a Wall Street alzerà il velo sui conti degli ultimi tre mesi, dai quali ci si attende un utile per azione di 0,45 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: non sono previsti dati macro di rilievo e a mercati chiusi si segnala un discorso del presidente della BCE, Mario Draghi, anche se non sono previste novità rispetto a quanto già indicato giovedì scorso.

Dividendi a Piazza Affari: diverse blue chips staccheranno il dividendo e si tratta di Exor (0,35 euro), Poste Italiane (0,42 euro), Snam (0,1293 euro), STM (0,06 dollari), Terna (0,145737) e Telecom Italia risparmio (0,0275 euro).
A staccare la cedola saranno anche alcune small-mid caps: Acea (0,63 euro), Autogrill (0,19 euro), FNM(0,02 euro), Hera (0,095 euro) e Iren (0,07 euro).

Sospensioni quotazioni a Piazza Affari: da oggi saranno sospesi dalle contrattazioni YNap e Best Union Company in attesa del delisting che avverrà rispettivamente il 20 e il 19 giugno.