Petrolio: chiusura in rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono salite dell'1% a 68,76 dollari.

Wall Street: conclusione contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono saliti rispettivamente dello 0,32% e dello 0,22%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 7.854,44 punti, in frazionale calo dello 0,01%.

Dati Macro ed Eventi Usa: si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 214mil a 220mila unità. Per l'indice Philadelphia Fed di luglio le attese parlano di un rialzo da 19,9 a 21,5 punti. Da segnalare anche il Superindice che a giugno dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,3% rispetto allo 0,2% di maggio.
Da segnalare un discorso di Randal Quarles, membro della Federal Reserve.

Risultati trimestrali Usa: prima dell'apertura di Wall Street si conosceranno i risultati del secondo trimestre di Bank of New York e di Philip Morris dai quali ci si attende un utile per azione pari rispettivamente a 1,02 e a 1,23 dollari. A mercati chiusi si guarderà ai conti di Microsoft che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps pari a 1,08 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: non sono previsti dati macro di rilievo, ma sarà da seguire in Francia l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2021, 2024 e 2025 per un ammontare compreso tra 6,5 e 7,5 miliari di euro, mentre in Spagna saranno collocati titoli con scadenza nel 2023, 2026, 2028 e 2033 per un importo tra 4 e 5 miliardi di euro.

Assemblee a Piazza Affari: si segnala un'assemblea di Piquadro per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio e della modifica dello Statuto.