Petrolio: chiusura debole ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono calate dello 0,14%, fermandosi a 59,03 dollari. Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.

Wall Street: conclusione contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono scesi rispettivamente dello 0,1% e dello 0,01%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 7.723,95 punti, in rialzo dello 0,12%.

Dati Macro ed Eventi Usa: in agenda sul fronte macro troviamo solo l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari.

L'evento clou della giornata sarà l'appuntamento con la Fed che annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse, destinati a rimanere fermi al 2,25%-2,5%.

Da seguire la conferenza stampa del presidente Powell da cui potrebbero arrivare indicazioni sulle future mosse in materia di politica monetaria.

Risultati trimestrali Usa: prima dell'avvio degli scambi a Wall Street saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di General Mills, con un eps atteso a 0,69 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai conti di Micron Technology che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 1,68 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: si guarderà alla Germania dove si conosceranno i prezzi alla produzione che a febbraio dovrebbero salire dello 0,1%, in frenata rispetto allo 0,4% precedente.

Sempre in terra tedesca da seguire l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 5 anni per un ammontare massimo di 4 miliardi di euro.

Risultati societari a Piazza Affari: oggi presenteranno i numeri del 2018 ASTM, Sias, D'Amico International Shipping, Fila, Tas e Valsoia.