Petrolio: chiusura in ribasso anche ieri per le quotazioni dell'oro nero che hanno ceduto l'1,6%, fermandosi a 70,71 dollari.

Giappone: conclusione poco mossa oggi per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 22.450,79 punti, in frazionale rialzo dello 0,06%.

Wall Street: chiusura negativa ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono scesi rispettivamente dello 0,3% e dello 0,2%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 7.424,43 punti, in frazionale calo dello 0,02%.

Dati Macro ed Eventi Usa: il focus sarà sugli ordini di beni durevoli che ad aprile dovrebbero evidenziare una variazione negativa dell'1,4% dopo il rialzo del 2,6% precedente, mentre al netto della componente trasporti si stima una variazione positiva dello 0,5% rispetto allo 0,3% di marzo.
Per il dato finale della fiducia Michigan di maggio si prevede una lettura pari a 99 punti, in rialzo rispetto ai 98,8 dell'indicazione preliminare e ai 98,8 punti della versione definitiva di aprile.

Poco prima dell'apertura di Wall Street è previsto un discorso del presidente della Fed, Jerome Powell, mentre a mercati aperti prenderanno la parola alcuni membri della Banca Centrale americana.
Si tratta di Robert Kaplan, presidente della Fed di Dallas, di Charles Evans, a capo della Fed di Chicago e di Raphael Bostic, presidente della Fed di Atlanta.

Risultati trimestrali Usa: segnaliamo Foot Locker che alzerà il velo sui conti degli ultimi tre mesi dai quali ci si attende un utile per azione di 1,24 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: i riflettori saranno puntati nuovamente sulla Germania dove sarà reso noto l'indice IFO che a maggio è atteso in calo da 102,1 a 101,9 punti, mentre in Francia si conoscerà la fiducia dei consumatori che in riferimento al mese in corso dovrebbe scendere da 101 a 100 punti. 
Da segnalare infine una riunione dell'Ecofin.