Petrolio: chiusura in rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che si sono fermate a 52,64 dollari, in progresso dello 0,63%.

Giappone: conclusione positiva anche oggi per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 22.008,45 punti, in progresso dell'1,24%.

Wall Street: chiusura contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono saliti rispettivamente dello 0,31% e dello 0,13%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 6.556,77 punti, in calo dello 0,11%.

Dati Macro ed Eventi Usa: si segnala il dato preliminare del PIL del terzo trimestre che dovrebbe mostrare una variazione positiva del 2,6%, in frenata rispetto al rialzo del 3,1% precedente. Per il dato finale della fiducia Michigan di ottobre si stima una rilevazione pari a 96 punti, in calo rispetto ai 101,1 punti della versione preliminare, ma in rialzo in confronto ai 95,1 punti della versione definitiva di settembre. 

Risultati trimestrali Usa: da seguire prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati del terzo trimestre di Chevron ed Exxon Mobil, con un eps atteso rispettivamente a 0,98 e a 0,86 dollari, mentre per i conti di Colgate-Palmolive e di Merck & Co. si prevede un utile per azione pari a 0,73 e a 1,03 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: si guarderà alla Francia dove sarà reso noto l'indice relativo alla fiducia dei consumatori che ad ottobre dovrebbe salire da 101 a 102 punti. In Germania saranno diffusi i prezzi import di settembre per i quali si prevede un rialzo dal 2,1% al 2,6% su base annua.
Da segnalare che a mercati chiusi è atteso l'aggiornamento del rating dell'Italia, della Germania e della Gran Bretagna da parte di Standard & Poor's.