Petrolio: chiusura in flessione ieri per le quotazioni dell'oro nero che si sono fermate a 48,97 dollari, in ribasso dell'1,33%.

Giappone: ancora una conclusione negativa per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 19.196,74 punti, in calo dello 0,29%. 

Wall Street: chiusura in luce verde ieri per la piazza azionaria americana, dove il Dow Jones e l'S&P500 sono saliti rispettivamente dello 0,03% e dello 0,06%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 6.048,94 punti, in progresso dello 0,39%. 

Dati Macro ed Eventi Usa: si segnala il dato preliminare del PIL del primo trimestre che dovrebbe mostrare una variazione positiva dell'1,1%, in frenata rispetto al rialzo del 2,1% dei tre mesi precedenti. Per il costo unitario del lavoro riferito al primo trimestre si stima una variazione positiva dello 0,6% rispetto allo 0,5% precedente.

In calendario anche l'indice Chicago PMI di aprile che dovrebbe scendere da 57,7 a 54,5 punti, mentre il dato finale della fiducia Michigan di aprile è atteso a 97,5 punti, in frenata rispetto ai 98 punti dell'indicazione preliminare, ma in crescita in confronto ai 96,9 della versione definitiva di marzo.
Da segnalare un discorso di Patrick Harker, presidente della Fed di Filadelfia.

Risultati trimestrali Usa: da seguire i risultati trimestrali di Chevron ed Exxon Mobil dai quali ci si attende un utile per azione pari rispettivamente a 0,86 e a 0,84 dollari, mentre per i conti di Colgate-Palmolive e General Motors si prevede  un eps di 0,66 e di 1,46 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: sarà diffuso il dato preliminare dell'inflazione di aprile che dovrebbe mostrare su base annua una variazione positiva dell'1,7% rispetto all'1,5% precedente, mentre per la versione "core" si stima un rialzo dell'1% contro l'1,4% di marzo.