Petrolio: chiusura in netto ribasso ieri per le quotazioni dell'oro nero che hanno ceduto il 2,83% a 44,67 dollari al barile. Nel pomeriggio sarà reso noto il tradizionale report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.

Giappone: la seduta odierna si è chiusa in flessione per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 archiviare le contrattazioni a 16.465,4 punti, in ribasso dell'1,31%.

Wall Street: conclusione positiva ieri per la piazza azionaria americana dove i tre indici principali hanno terminato gli scambi in salita. Il Dow Jones e l'S&P500 hanno segnato un rialzo dello 0,74% e dello 0,64%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 5.305,71 punti, in progresso dello 0,92%.

Dati Macro ed Eventi Usa: sarà diffuso il consueto indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e ancor più rilevante sarà l'aggiornamento sugli ordini di beni durevoli che ad agosto dovrebbero mostrare una variazione negativa dell'1,9%, in recupero rispetto alla flessione del 4,4% precedente, mentre al netto della componente trasporti si stima una variazione positiva dello 0,1%, in frenata in confronto al rialzo dell'1,3% di luglio.

Da segnalare l'audizione di Janet Yellen, numero uno della Fed, alla Commissione servizi finanziari della Camera sul tema della supervisione bancaria.
Nel corso della giornata è atteso un discorso di Neel Kashkari, presidente della fed di Minneapolis, di James Bullard, a capo della Fed di St.Louis, di Charles Evans, presidente della Fed di Chicago e di Loretta Mester, numero uno della fed di Cleveland.

Risultati trimestrali Usa: prima dell'apertura di Wall Street si conosceranno i risultati degli ultimi tre mesi di BlackBerry dai quali ci si attende una perdita per azione di 0,05 dollari.