Borsa italiana affonda nel finale: Ftse Mib -2,42%. FCA, bancari e cemento sotto pressione.

  • Mercati azionari europei in forte calo. Wall Street in rosso: al momento della chiusura delle borse europee l'S&P 500 segna -0,7% circa. Il Ftse Mib ha terminato a -2,42%, il Ftse Italia All-Share a -2,30%, il Ftse Italia Mid Cap a -1,35%, il Ftse Italia Star a -1,20%.

Euro in netto recupero contro dollaro, tocca massimo da inizio ottobre a 1,1049. EUR/USD alla chiusura dei mercati azionari europei segna 1,1035.

Mercati obbligazionari europei in netto calo, periferia sotto pressione.* Il rendimento del BTP decennale rispetto alla chiusura precedente sale di 9 bp all'1,62%, quello del Bund si incrementa di 3 bp allo 0,57%. Lo spread sale di 6 bp a 105 (fonte: MTS).

  • Per quanto riguarda i dati macroeconomici pubblicati durante la giornata segnaliamo che la produzione industriale nella zona euro* nel mese di ottobre è cresciuta dello 0,6% rispetto a settembre e dell'1,9% su base annua. Gli economisti avevano previsto un incremento dello 0,3% su mese e dell'1,3% su anno. L'Istat ha comunicato che nel mese di novembre 2015 l'inflazione, ossia l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC) al lordo dei tabacchi, è diminuito dello 0,4% rispetto al mese precedente e cresciuto dello 0,1% nei confronti di novembre 2014 con una riduzione di due decimi di punto percentuale rispetto al +0,3% registrato a ottobre. Si conferma la stima preliminare. Entrambi questi dati risultano in linea con il consensus degli analisti.

  • Pesante flessione per FCA (-5,05%)* che è anche passata brevemente in asta di volatilità per eccesso di ribasso, a quanto pare per un errore nell'immissione di un ordine. Nel primo pomeriggio Ferrari ha comunicato che Borsa Italiana SpA ha approvato la quotazione delle azioni ordinarie di Ferrari sull'MTA. Si prevede che le azioni Ferrari siano negoziate, subordinatamente al completamento della separazione da FCA, a partire dal 4 gennaio 2016. Sempre nel primo pomeriggio FCA ha annunciato che sono stati completati i conteggi necessari a determinare il numero di azioni ordinarie Ferrari che saranno assegnate ai possessori delle sue obbligazioni a conversione obbligatoria 7.875% con scadenza 2016: FCA consegnerà ai possessori delle obbligazioni a conversione obbligatoria, alla data di efficacia della separazione di Ferrari, 0,77369 azioni Ferrari ordinarie per ogni $100 di obbligazioni.