Borsa italiana debole. Male gli industriali, positive Campari e FCA. FTSE MIB -0,11%.

*Il FTSE MIB segna -0,11%, il FTSE Italia All-Share -0,16%, il FTSE Italia Mid Cap -0,38%, il FTSE Italia STAR -0,81%.

BTP in flessione.* Il decennale rende il 2,50% (+4 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 251 bp (+1 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei negativi: Euro Stoxx 50 -0,4%, FTSE 100 -0,4%, DAX -0,1%, CAC 40 -0,4%, IBEX 35 -0,4%.

Future sugli indici azionari americani deboli: S&P 500 -0,3%, NASDAQ 100 -0,5%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -1,90%, NASDAQ Composite -2,50%, Dow Jones Industrial -1,77%.

Mercato azionario giapponese in forte ribasso, l'indice Nikkei 225 ha terminato a -3,01%. Borse cinesi negative: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -2,37%, l'indice Hang Seng di Hong Kong a -2,03%.

Industriali sotto pressione con CNH Industrial -1,3%, Leonardo -1,1%, Buzzi Unicem -0,9% e Fincantieri -2,4%: secondo indiscrezioni di stampa il governo italiano ha chiesto al gruppo di partecipare al salvataggio di Alitalia con una piccola quota. La nave Viking Sky andata in avaria al largo della Norvegia è stata costruita da Fincantieri ma il problema che ha interessato il vascello riguarda i motori, una componente scelta direttamente dall'armatore (Viking Ocean Cruises) e non prodotto da Fincantieri.

STMicroelectronics -2,1% perde ulteriore terreno dopo il -2,22% di venerdì. Il titolo si muove in scia all'indice di riferimento del settore semiconduttori SOX (-2,88% nell'ultima seduta della scorsa settimana).

Bancari negativi. L'indice FTSE Italia Banche segna -0,4% dopo il -3,08% di venerdì. Male UBI Banca -0,6%, Banco BPM -0,8%, BPER Banca -0,5%.