Borsa italiana in ascesa: Ftse Mib +1,98%. Forti acquisti sui finanziari.

Mercati azionari europei in netto progresso. Wall Street positiva: alla chiusura delle borse europee S&P 500 +0,4%, Nasdaq Composite +0,4%. Il Ftse Mib ha terminato a +1,98%, il Ftse Italia All-Share a +1,83%, il Ftse Italia Mid Cap a +0,91%, il Ftse Italia Star a +0,77%.

*Euro debole contro dollaro, *si riavvicina al minimo da fine luglio a 1,0985 toccato giovedì mattina. EUR/USD alla chiusura dei mercati azionari europei oscilla in area 1,0990.

*Mercati obbligazionari eurozona in leggero ribasso. *Il rendimento del decennale tedesco sale di 3 bp allo 0,06%, quello del BTP è stabile all'1,44% (+1 bp per il Bono all'1,06%). Lo spread scende di 3 bp a 138.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata odierna segnaliamo che negli USA la stima preliminare di ottobre dell'indice di fiducia dei consumatori statunitensi, calcolato dall'Università del Michigan e da Reuters, si attesta a 87,9 punti, risultando inferiore alle previsioni degli addetti ai lavori pari a 91,9 punti e in calo rispetto alla rilevazione di agosto pari a 91,2 punti, rivista da 89,8 punti. Il Dipartimento del Commercio ha reso noto che negli USA le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di settembre un incremento dello 0,6% m/m, dopo il calo dello 0,2% del mese precedente. L'indice escluso il comparto auto è invece cresciuto dello 0,3% su base mensile a fronte di una variazione negativa dello 0,1% ad agosto. Eurostat ha comunicato che nel mese di agosto l'avanzo della Bilancia Commerciale dell'Eurozona (dato destagionalizzato) e' risultato pari a 18,4 mld di euro, inferiore ai 25,3 mld di luglio. In base alle prime stime ad agosto le esportazioni destagionalizzate sono cresciute dell'8% rispetto a un anno fa mentre le importazioni sono aumentate del 4% rispetto all'anno precedente. L'Istat rende noto che nel mese di settembre 2016 in Italia l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra una diminuzione dello 0,2% su base mensile e un aumento dello 0,1% rispetto a settembre 2015 (era -0,1% ad agosto). La stima preliminare è confermata.