Borsa italiana in flessione, mercato attende Yellen: Ftse Mib -0,31%.

Mercati azionari europei poco mossi. Wall Street incerta: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,03%, Nasdaq Composite -0,27%, Dow Jones Industrial +0,07%. A Milano il Ftse Mib ha terminato a -0,31%, il Ftse Italia All-Share a -0,29%, il Ftse Italia Mid Cap a -0,28%, il Ftse Italia Star a -0,23%. *Mercati in attesa per appuntamento di stasera con la riunione del FOMC, le previsioni macroeconomiche della Fed e la conferenza stampa della presidente della banca centrale americana, Janet Yellen.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata odierna segnaliamo che negli USA ad agosto le vendite di abitazioni esistenti sono diminuite dell'1,7% rispetto a luglio, a 5,35 milioni di unità da 5,44 milioni di unità precedenti. Il dato è risultato inferiore al consensus fissato su un incremento dello 0,3%. A luglio le vendite di case erano diminuite dell'1,3%. L'EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che, nella settimana terminata lo scorso 15 settembre, le scorte di petrolio negli USA sono aumentate di 4,591 milioni di barili. Le stime degli analisti erano fissate su un incremento di 3,493 milioni barili. Nella settimana precedente le scorte di petrolio greggio erano cresciute di 5,888 milioni di barili. L'OCSE ha migliorato oggi le stime sulla crescita del Pil mondiale portandole al 3,5% per il 2017 e al 3,7% per il 2018. Per l'Eurozona la crescita è attesa al 2,1% quest'anno e all'1,9% il prossimo. In Germania l'Ufficio di Statistica Destatis ha comunicato che nel mese di agosto l'indice dei Prezzi alla Produzione è cresciuto dello 0,2% su base mensile a fronte di un incremento atteso dello 0,1%, in linea con la rilevazione di luglio. Su base annuale il PPI e' cresciuto del 2,6%, dal +2,3% della rilavazione precedente (consensus +2,5%). In Gran Bretagna l'ONS ha annunciato che il volume destagionalizzato delle vendite al dettaglio ha evidenziato nel mese di agosto una crescita dell'1% su base mensile, risultando superiore alle attese degli analisti fissate su un indice pari a +0,2% e superiore alla rilevazione precedente pari al +0,6%.