Borsa italiana in flessione. Vendite su bancari e petroliferi, balzo GIMA. FTSE MIB -0,71%.

*Il FTSE MIB segna -0,71%, il FTSE Italia All-Share -0,65%, il FTSE Italia Mid Cap -0,26%, il FTSE Italia STAR +0,11%.

BTP poco mossi.* Il decennale rende il 2,55% (invariato rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 253 bp (+1 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei negativi: Euro Stoxx 50 -0,6%, FTSE 100 -0,5%, DAX -0,3%, CAC 40 -0,7%, IBEX 35 -0,7%.

Future sugli indici azionari americani in verde: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,2%, Dow Jones Industrial +0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente (ieri mercoledì 1° maggio): S&P 500 -0,75%, NASDAQ Composite -0,57%, Dow Jones Industrial -0,61%. Ieri la Fed ha lasciato invariati i tassi ufficiali: la decisione era prevista, ma parte degli osservatori aveva ipotizzato un possibile taglio, soprattutto in scia all'ennesimo attacco di Donald Trump. Per il presidente della Fed Jerome Powell nell'attuale congiuntura non emerge la necessità di intervenire sui tassi al rialzo o al ribasso. "Pensiamo che la nostra posizione politica sia appropriata al momento, non vediamo la necessità di modificarla in un senso o nell'altro".

Mercato azionario giapponese chiuso per festività. Borse cinesi positive: l'indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,7% circa. Shanghai chiusa per festività.

*Petroliferi in flessione: *il greggio oscilla poco sopra i minimi dalla prima metà di aprile toccati a inizio settimana. Il future luglio sul Brent segna 71,90 $/barile (da 70,70 circa), il future giugno sul WTI segna 63,35 $/barile (da 62,50 circa). Tenaris -2,4%, Saipem -2,5%, Eni -0,5%.