Borsa italiana in lieve calo: operatori attendono notizie su manovra. FTSE MIB -0,12%.

*Il FTSE MIB segna -0,12%, il FTSE Italia All-Share -0,15%, il FTSE Italia Mid Cap -0,42%, il FTSE Italia STAR -0,19%. Il mercato attende novità sul Documento Programmatico di Bilancio che il governo italiano deve inviare alla Commissione UE entro oggi.

Mercati azionari europei deboli: *Euro Stoxx 50 -0,3%, FTSE 100 -0,1%, DAX 30 -0,5%, CAC 40 -0,3%, IBEX 35 -0,4%.

*Future sugli indici azionari americani in flessione: *S&P 500 -0,6%, NASDAQ 100 -0,9%, Dow Jones Industrial -0,5%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +1,42%, NASDAQ Composite +2,29%, Dow Jones Industrial +1,15%.

Mercato azionario giapponese negativo, stamattina il Nikkei 225 ha terminato la seduta a -1,87%. Borse cinesi in rosso: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen poco fa ha chiuso a -1,40%, l'indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna -1,5% circa.

Debole il comparto auto con vendite concentrate su Ferrari (-1,9%), seguita da Brembo (-1,6%), FCA (-0,9%). Male anche gli industriali CNH Industrial (-1,2%) e Prysmian (-0,9%).

Bene Telecom Italia (+1,4%) in attesa della decisione del Consiglio di Stato (entro fine novembre) sul ricorso presentato da Europa Way e dalla controllata Persidera per la revisione dell'assegnazione delle frequenze televisive per il digital divide dell'asta del 2012. Si continua inoltre a parlare della vendita della stessa Persidera: in gara Rai Way e I Squared Capital.

Avvio di seduta in verde per Saipem (+0,5%) in scia alle alle indiscrezioni di fine settimana scorsa di Upstream (testata specializzata nel settore petrolifero) secondo cui il gruppo italiano e' in buona posizione per aggiudicarsi buona parte delle commesse offshore da 3 miliardi di dollari che la saudita Aramco assegnera' entro poche settimane. Inoltre stamattina Saipem ha annunciato l'aggiudicazione di tre contratti offshore in Azerbaigian, Mare del Nord e Repubblica del Congo per 400 milioni di dollari.