Ancora performance positive per l'azionario italiano a Piazza Affari nel primo pomeriggio. Il Ftse Mib guadagna lo 0,13% e il Ftse Italia All Share recupera lo 0,12 per cento. Contrastato l'andamento delle altre maggiori piazze finanziarie europee.
Questa settimana sono previste le *importanti decisioni e prospettive di politica monetaria *della Fed statunitense, della Banca del Giappone e della Banca d'Inghilterra.
In calendario stasera anche il forum di Sintra della BCE e un discorso del numero uno dell'Eurotower Mario Draghi.

Questa settimana potrebbe inoltre essere decisiva per il confronto tra l'Italia e l'Unione Europea sulla situazione del debito pubblico del Bel Paese e l'eventuale avvio di un procedura per eccesso di debito.
Giovedì e venerdì prossimo è prevista una importante riunione del Consiglio Europeo e l'Italia deve inviare un segnale di stabilità prima di allora.
Bruxelles avrebbe chiesto, secondo La Stampa, tagli per 4 miliardi di euro e impegni chiari sull'eventuale sblocco delle clausole di salvaguardia senza l'annuncio di nuove misure in deficit.
All'apertura al dialogo del ministro dell'Economia Giovanni Tria e del premier Giuseppe Conte si contrappone però la fermezza della Lega sulle proposte relative alla flat tax e sulle ipotesi di emissione di mini-Bot (che sembra stiano rendendo più difficoltoso il dialogo con l'Europa). La situazione è dunque ancora una volta carica d'incertezze.
Oggi la Banca d'Italia ha rilevato che ad aprile il *debito pubblico *è salito ulteriormente fino a quota 2.373,3 miliardi di euro.
Si è registrata qualche tensione in seguito nei mercati del sovereign, ma in queste ore lo *spread BTP/Bund *flette a 256 punti base con il rendimento del BTP decennale italiano in calo di 4 punti base al 2,29 per cento.